Incontri

Ci sono persone che in poco tempo ti cambiano la vita: io ne ho incontrata una qualche mese fa.
All’inizio avevamo pensato a un percorso da fare insieme, con delle prospettive, un’affinità fisica e non solo. Poi, però, ci sono cose che si percepiscono meglio col passare delle settimane e dei mesi e affiorano alcune discrepanze nel concepire la vita, nelle scelte, nelle abitudini. Tutto frutto delle esperienze passate, ovviamente, ma non ce ne si può certo fare una colpa.
Tu te ne sei accorta per prima, perché tra i due sei la più matura: su questo non ho mai avuto dubbi. Certo, anch’io sapevo che c’era qualcosa da aggiustare, ma non ero sufficientemente lucido da dare il giusto peso alla cosa. E questo è palesemente colpa tua e dell’attrazione esercitata su di me, perciò prenditi le tue responsabilità. Si scherza, forse…

Sei stata chiara e diretta, lucida e puntuale nel far presente la situazione. Io non vedevo bene il quadro completo, ma mi focalizzavo su alcuni dettagli, magari non marginali, ma di certo la mia non era una piena consapevolezza.
Alla fine, ho deciso che dovevo provare a cambiare il mio punto di vista e tu sei stata un’ottima maestra sotto questo aspetto, perché avevamo approcci molto diversi in alcune situazioni e questo mi ha aiutato a capire e andare oltre a quella zona di confort che abitavo, ma che credevo di riuscire a superare senza problemi, anche se di facile non c’è mai nulla.

Beh, per farla breve mi hai insegnato tante cose, che magari avevo già in me, ma che non avevo ancora sviluppato a dovere: la pazienza, per dirne una.
Tuttavia, non sono qui per autoincensarmi, ma per dirti grazie.
Grazie per la fiducia che hai comunque riposto in me, per avermi dato tanto, per avermi aiutato a maturare una maggior consapevolezza, per aver continuato a starmi vicino e per avermi esposto la profondità del tuo essere, che all’apparenza può anche sembrare molto diverso, se se ne vuol fare solo una lettura superficiale.
Spero di essere un amico degno di tal nome e di poterti stare accanto quando c’è bisogno, ma anche solo per farsi una risata, sfogate la frustrazione perché c’è qualcosa che non va, o guardarsi un film e versare una lacrimuccia.

So che ci sono tante distanze tra di noi, ma io proverò ad accorciarle come riesco, perché sei una persona speciale e quindi ne varrà di certo la pena.

50 commenti

  1. Questa missiva è molto delicata e onesta.

    Ma al contempo, penso: è giusto “controllare” così una relazione?

    Di solito, tendo a credere che quando ciò risulta possibile, è perché non c’è abbastanza “fuoco”

    (Dove per fuoco non intendo passione carnale).

    Io, per esempio, sono una che nei rapporti interpersonali ci prova sempre, fino alla fine, fino a consumarmi.

    Mi fermo solo quando sono ormai “scientificamente” persuasa che sia finita.
    E ciò avviene in due casi: o è morto lui o sono morta io.

    🤣🤣🤣🤣🤣🤣🥂🗡🛡

    Piace a 1 persona

    1. In prima istanza mi vien da chiedermi quanti cadaveri hai lasciato sulla tua strada… 🙄😜

      … poi però passo oltre e mi chiedo se sia corretto consumarsi al 100%.
      Non siamo tutti (o sempre) fenici che possono risorgere dalle proprie ceneri, ma è altrettanto vero che se si investe tempo ed energia nel fare un tentativo extra, e questo non va a buon fine, allora se ne dovrebbe fare un altro? Magari che richiede ancor più tempo ed energia… e così all’infinito?
      No, non lo trovo né saggio, né corretto verso sé stessi.
      E poi i rapporti non devono essere necessariamente di un solo livello e quindi perché precludersi qualcosa di bello solo per provare qualcosa che invece non dà le stesse sensazioni di piacere? Che magari non sarà carnale, ma è sempre piacere sensoriale e mentale.

      Spero di aver spiegato il mio punto di vista in maniera esauriente. 😉

      Piace a 2 people

      1. No, ma infatti nessuna critica alla scelta
        Anche perché siamo tutti diversi

        La mia era una riflessione sul MIO modo di intendere le relazioni

        Personalmente, in barba a ogni romanticismo, io credo che l’unica vera componente dell’amore, l’unica testimonianza della sua vera esistenza sia la volontà, unitamente al sacrificio.

        Costruire.
        L’amore muore non per la routine, il venir meno dell’attrazione sessuale. Ma quando non si vuole investire più energie e tempo nella costruzione.
        I motivi sono momteplici; la stanchezza, l’età, la pigrizia, l indolenza, la paura di uscire dalla propria comfort zone, esperienze passate magari negative.

        A volte ci pensando e ragionando troppo prima di agire, ci demotiviamo e così rischiamo di perdere la cosa più importante che dobbiamo fare, ovvero vivere.

        Piace a 1 persona

      2. Il tuo ragionamento non è che non lo condivido, però l’amore si può declinare in molti modi diversi (famigliare, amici, compagni di vita, etc…).
        Ognuno di questi ha peculiarità e prerogative. E tutti necessitano comunque di impegno e dedizione, anche se in modi e forme differenti.

        Investire tempo e risorse su una realizzazione che già presenta qualche difficoltà all’inizio, cose non riscontrate in fase di progetto è un investimento che può comunque non portare a nulla.
        Ancor più che la fatica per tenere in piedi la cosa è proprio il tempo a far la differenza: quello ha un valore soprattutto per noi e “sprecarne” troppo è da stupidi.

        Anche se può sembrarlo, cambiare strada non è una sconfitta, ma solo un modo di continuare a percorrere la vita. 🙂

        Piace a 1 persona

  2. Ieri, il mio incalzare era dettato dallo sbigottimento nello leggere questa lettera.
    Più la rileggevo, più mi convincevo fosse diretta a me, scritta da una persona in particolare. Oggi ho dovuto far giurare a quella persona che non era cosi e che non ha mai scritto su WP….

    Piace a 1 persona

      1. No anzi grazie di averlo fatto, è la riconferma che tutte le vite, tutte le nostre vite, non sono altro che la trama di film già visti e la storia di libri già scritti e riletto più volte …..

        Piace a 1 persona

    1. Sul fatto che si muore tutti, è una delle poche certezze della vita, concordo! 😀
      SUl fatto che non fa una piega, a proposito di roba scritta e riscritta, mi sa che invocherò il diritto di rimanere in silenzio: così evito di fare figuracce 😝

      😉

      Piace a 1 persona

      1. Non intendevo che scrivi cose inutili e già scritte da altri, riflettevo come la storia della vita di ognuno di noi ripercorre in un modo o nell’altro la trama di un libro o di un film

        Piace a 1 persona

      2. Ah, ok. E anche il viceversa: libri e film prendono il la dai fatti della vita, perciò è un circolo vizioso (o virtuso?).
        Comunque si ripetono certe circostanze, concordo, ma il film è sempre diverso… ed è quello il bello. 🙂

        Piace a 1 persona

    1. Per essere appena arrivata, sei andata dritta al punto, vedo!
      Mi piace questo atteggiamento diretto. 🙂
      Lo scoprirai strada facendo… e non dovrai attendere molto. Però ti anticipo che quel che è scritto rimane vero, ma c’era dell’altro, che però non sarà più. 😉

      "Mi piace"

      1. forse alcune persone le incontriamo perchè con loro non deve esserci altro che ciò che è stato, come se fossero traghettatori da uno stato di consapevolezza più superficiale ad uno più profondo

        Piace a 1 persona

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...