Riflessione #19

Pensa a quant’è sottile, di primo acchito, ma enorme, concettualmente, la differenza nel dire a una persona “Ti facevo più intelligente” rispetto a “Ti facevo meno stupido”: ho preso atto che sentirsi dire la prima è, in realtà, un’ammissione di presa coscienza delle mie capacità, effetto che nel secondo caso latita, anzi… è palesemente negata.

Comunque, un bel “Vaffa” è la risposta corretta in entrambi i casi!

71 commenti

      1. ahahahha

        In realtà la delusione era dovuta al sottinteso: “Ti facevo abbastanza intelligente da pensarla come me!” 😀
        E io ho taciuto, per non abbassarmi al pensarla come lui! 😛

        Sì, sono perfido. E me ne compiaccio! 🤣

        "Mi piace"

    1. Il vaffa è perché di fronte a certi soggetti, a volte è l’unica cosa che capiscono; però ho risposto col silenzio, affinché riflettesse sulle sue stesse parole e la scarsa condiserazione che io avevo per quelle. 😀

      Bella la paternale in italiano a smorzare l’austerità del latino! 😀

      "Mi piace"

  1. Concordo con raccoltaedifferenziata.
    E in alcuni casi un vaffanculo è già troppo. Io voto per silenzio, e soprattutto indifferenza, dato che certi soggetti non meritano neanche che si accenda il collegamento neuronale per loro…

    Piace a 1 persona

  2. Dipende: se la frase mi viene detta da una persona al cui giudizio tengo, se ne può discutere, se no, il vaffa ci sta.
    Che poi, a ben pensare, anche se a una persona ci tengo, chi le dà il diritto di giudicarmi?

    Piace a 2 people

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...