Mara Emma Tonali #5

leggi il brano precedente

Mi ritrovo parcheggiato a pochi passi da casa sua, in attesa di un cliente in ritardo: esco, mi faccio un giro a piedi nel giardinetto lì accanto e ne approfitto per un caffè. Entro in un bar e vedo che non c’è nessuno dietro al bancone, perciò resto un attimo interdetto, ma subito dopo giunge una voce dal ripostiglio che mi avvisa che sta arrivando.
Appena esce, la riconosco subito, anche se è ancora di spalle, intenta a trascinare uno scatolone di bottiglie «Sono in anticipo per il nostro caffè?» ridacchio, vedendola voltarsi con gli occhi sgranati per lo stupore «Sai che non stai affatto male, con gli occhiali?»
«E tu che ci fai da queste parti?» mi squadra con aria scettica «E sì, sei in netto anticipo: ti avrei scritto appena finito il turno…» ora accenna un sorriso e mi si avvicina «Cosa prendi?»
«Ginseng in tazza piccola: il caffè me lo tengo da parte per stasera!» lei si volta e inizia ad armeggiare con la macchina «Non sapevo lavorassi qui: ci sono entrato qualche volta, ma non mi è mai capitato di vederti.» poi, dopo un sorriso, che le rivolgo attraverso lo specchio, dietro le bottiglie degli amari, aggiungo «Me ne sarei ricordato, altrimenti.»
Mara mi porge la tazzina dopo aver sistemato piattino e cucchiaino «Sai che sei molto diverso da com’eri l’altra sera?» allunga la mano e mi sistema il bavero della giacca sotto al cappotto «Sarà per via del vestito?» si mette a ridere «Hai ragione, non è tanto che lavoro qui. Un paio di settimane: non è facile trovare un bar senza quelle cazzo di macchinette…» deglutisce e abbassa subito lo sguardo.
«Ehi, sta tranquilla: lo so cosa vuol dire, ci sono passato anch’io.» bevo in un sol fiato il caffè e metto la mano in tasca, rovistando tra le monetine.
«Lascia stare: offro io.» riprende la tazzina e il resto e li sistema nella griglia della lavastoviglie «E per stasera, se ti va, puoi passare sotto casa mia alle nove, così ho tempo di cenare.»
«E se ti offrissi io una pizza, invece?» la interrompo: sento di avere il volto in fiamme «Se ti va, chiaramente…»
Ha un sorriso un po’ storto, ma è comunque radioso «Se la metti così. Allora facciamo alle otto?»
«Andata: ti aspetto davanti a casa per quell’ora…» ricambio il sorriso e mi avvio verso la porta «A stasera, Mara.» esco e attraverso la strada: dalla vetrata vedo che mi segue con lo sguardo e agita la mano quando mi volto verso di lei. Ricambio il gesto e suono al citofono del cliente, con il cuore che mi martella nel petto all’impazzata.

Dieci minuti prima sono già sotto casa sua, a guardarmi e riguardarmi nello specchietto retrovisore, come un liceale alla sua prima uscita. Ma che m’è preso? È una pizza con una persona che nemmeno conosco e a me batte il cuore come se stessi… boh, nemmeno saprei definirlo.
Il telefono vibra e io vedo che il messaggio è da parte sua: sudo freddo al solo pensiero che possa aver cambiato idea e mi vien quasi la vogli di evitare di leggerlo per restare nel mio limbo, ma alla fine cedo alla curiosità e riaccendo lo smartphone “Sono in ritardissimo, mi si è spenta la caldaia… poi ti racconto. Non è che sei già partito?”
Sorrido e scuoto la testa, faccio un gran sospiro e inizio a digitare “Sono appena arrivato sotto casa tua: non preoccuparti, ti aspetto.” E un occhiolino ammiccante a chiosare.
Nemmeno il tempo che il display si spenga e mi arriva la sua replica “Sali, non stare in macchina al freddo. Citofona Mara Emma Tonali, così ti apro. Secondo piano, scala B.”
Un sorriso raggiante mi si allarga sulle labbra: scendo dall’auto e mi attraverso la strada, verso il cancello del condominio.

continua…

71 commenti

      1. Di solito, Si invitano Gli amanti a casa con la scusa di vedere qualche collezione privata.

        Essendo lei una ludopatica, Avrà sicuramente una collezione di gettoni.
        Allora questo invito mi suona come un tentativo di abbordaggio vecchio stampo…

        Piace a 3 people

  1. Uahuhauah!!! Ecco spiegato perché sono single 🤣🤣
    A parte che una “zifilolata” non significa niente, comunque anche per le semplici zifolate in effetti non sono affatto “immediata”🤪

    Piace a 1 persona

      1. Ahaha…. cucciolotta, io?!?👹👹👹
        Grazie, ma non mi si addice mica tanto, sà!🙄👽👺🤖
        Ho scritto zifilolata perché non volevo essere volgare 😇
        Intendevo🎺🎺🎺😬

        Piace a 1 persona

      2. Ah, ok! Parliamo idiomi diversi (il mio è più un idioTa, in effetti).

        Grazie per la spiegazione signorina zia-tella! 😁
        (però, anche tu: perché subito a pensar male? Come diceva Max Gazzè – Il Solito Sesso – lui è innamorato, si vede!) 😜

        Piace a 1 persona

      3. Hahaha, il cinema e la letteratura sono spesso irrealistici in questo senso 😏😏
        Con questo non dico che sia impossibile un innamorato istantaneo adolescenziale accidentale per over 30enni…ma sicuramente è abbastanza raro/improbabile…🤪🤪🤪

        Piace a 1 persona

      4. Ci si interessa con troppa facilità e parimenti si muta di slancio altrettanto rapidamente. Non mi dà idea di affidabilità.
        Senza generalizzare, sia chiaro, ma lo affermo in base a ciò che ho visto finora.
        Gente che dopo dieci giorni è tutto un “ti amo” stile “prenotiamo il posto per il matrimonio”, poi se l’idillio si rompe…tragedia greca. Ma dopo un mese(a volte anche solo qualche giorno) riparte di slancio con un altro idillio per qualcun altro😂😂
        Sicuramente è anche un fattore caratteriale, perché a me questa “dinamica”non riusciva neanche a 15 anni🤣🤣🤣

        Piace a 2 people

  2. sempre più intrigante questa narrazione, mi fa venire in mente le molte conquiste della mia giovinezza, purtroppo quasi tutte fallite. Molte cominciavano proprio così, con la differenza che allora i cellulari non c’erano, quindi una volta che ti davi un’appuntamento dovevi attendere nel punto prescelto e se lei non veniva rischiavi di stare lì anche ore, con una tristezza che aumentava minuto dopo minuto…

    Piace a 1 persona

      1. Buongiorno Alessandro, grazie per il complimento per la definizione; in effetti, devo ammettere che mi è sempre piaciuta… in merito al tuo racconto, sì, sono fiducioso… 😉 Buona giornata! 😉

        Piace a 1 persona

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...