La sedia torna vuota

Domani avrebbe dovuto uscire un articolo sull’equilibrio, un articolo che predica bene, ma razzola male, perché è evidente che non mi rappresenta nemmeno un po’. Non mi va di dire una cosa e farne un’altra, perciò faccio un passo indietro e respiro a fondo.

Stavolta penso che staccherò del tutto e per un po’ di più. Lo faccio per me, ma non solo: a volte le azioni devono prendere il sopravvento sulle parole.

Tornerò… e chissà se sarò una persona diversa.