Oggi

Avanti,
uguali a se stessi,
gioendo nell’esserci;
unicità irripetibile,
rimirando attoniti
in riva all’orizzonte,
albe susseguirsi:
mondi creati,
eternità imperitura.


Mi sembrava brutto tenerla da parte per il 2022!

Ci sono ancora, tornerò…

Pesce pagliaccio (abbiamo tante cose in comune!)

… forse!

49 commenti

  1. tu sei uguale a te stesso da un giorno all’altro,
    fra una vita e l’altra?
    eri uguale a ora prima della pandemia, per dire?
    o al liceo, quando componevi le poesie che ripubblichi oggi?
    o la vera unicità irripetibile è che la risposta che mi darai ora, domani sarebbe diversa?
    (muah-ah-ah)

    Piace a 1 persona

    1. Oh, ma che bella discussione. Era comunque solo una poesia autocelebrativa per il compleanno e si riferiva all’unicità di me (per fortuna della collettività) e che sono solo io uguale a me stesso, ma solo in quel flusso spazio temporale (Panta Rei) considerato, non in assoluto! 😉

      E vedo che non hai colto l’acrostico (tag) per farmi gli auguri!

      "Mi piace"

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...