Coming (very) Soon

Buongiorno!

Tira aria di cambiamenti dalle parti del blog: no, non preoccuparti, non sparisco (almeno per ora) nè ci saranno rivoluzioni epocali di alcun tipo, ma solo una sistemazione degli appuntamenti settimanali.

Ora che Petrarca ha finito il suo corso (sul blog, ma non in libreria: tutti pronti per lunedì! link) ti informo che nei giorni scorsi mi ero messo a scrivere un raccontino breve sperimentale, giusto per cimentarmi in nuove sfide e in un nuovo stile di scrittura.
Ecco, diciamo che mi sono fatto prendere la mano (come spesso mi capita quando scrivo) e sono arrivato a undicimilacinquecento parole o, se preferisci, quasi settantamila caratteri (spazi inclusi), che lo rende, in linea di massima, un qualcosa di una sessantina di pagine, in formato cartaceo: niente male, per un paio di settimane di lavoro.
Il racconto è suddiviso in paragrafi (ne ho contati ventitrè) e quindi saranno altrettante le uscite: visto che proporne una a settimana diventerebbe una cosa eterna (hai presente “la storia di noi due”? ecco… – scherzo, lo sapete ragazzi!), le uscite saranno tre ogni settimana: lunedì e giovedì (a coprire il vuoto lasciato da Petrarca) e in più sabato. Domani, intendo!

Anche il jukebox subirà dei cambiamenti e da sabato sera slietterà alla domenica (il decalogo sulle emozioni è stato ripubblicato per intero) nel pomeriggio anche perché, se tutto va bene, qualcuno potrebbe anche voler uscire al sabato sera, se sarà consentito farlo.

Al martedì resterà l’appuntamento dedicato a Sphaera (o comunque al fantasy) e al giovedì, quando finiranno gli aforismi giovanili (non ne ho ancora molti, visto che molti di quelli che scrissi erano a dir poco imbarazzanti, per l’ovvietà o fuori dal contesto in cui vennero pensati) potrebbe tornare a essere dedicato alla poesia, giovanile o attuale che sia… o comunque qualcosa mi inventerò.

Da venerdì prossimo, partirà un breve ciclo di pensieri sconcatenati (e anche sconclusionati – volutamente) con un titolo significativo, ma tutt’altro che originale, a dirla tutta: servirà a… beh, l’idea è proprio che serva a far riflettere: non ha importanza né come la pensi ora, né come la penserai dopo, ma che nel frattempo pensi.

Ecco, tutto qui quello che volevo dirti: spero di continuare a regalarti momenti di spensieratezza o di riflessione e di leggere i tuoi commenti su quanto pubblicherò.

… e con qualche ora di anticipo, ti auguro un buon weekend.

68 commenti

      1. Non necessariamente: a me basta avere il “LA” e poi, magari, tiro dritto fino alla fine di quello che sto scrivendo, tralasciando il resto (quello di contorno, intendo). Il problema è che il contorno (tra cui altre cose da scrivere) hanno una voce molto suadente! 😉

        Piace a 2 people

      1. Ma sai che mi era venuto in mente? Magari perché ho scritto una specie di parolaccia😜 comunque, che il karma ce l’abbia con me puoi dirlo forte😂 devo ancora capire cosa abbia fatto io di così grave, però 😂😂

        Piace a 1 persona

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...